sabato 9 aprile 2022

Un nuovo stile di marketing in psicoterapia! Agenzia Marketing Lucrative Innovation Services

 

a cura di Gianmarco Manfrida, Psichiatra e Direttore Csapr

E’ a te che ci rivolgiamo, psicoterapeuta professionista che svolgi un lavoro artigianale, a cottimo, dando tanto e ricavando poco dal tuo impegno mal riconosciuto!

Sei stanco di sentirti gli occhi rossi, il cervello rintronato dalle chiacchiere ripetitive dei pazienti, l’ umore abbattuto dall’ ascolto di innumerevoli disgrazie umane? Non hai diritto anche tu a una vita più piacevole, meno stressante e anche più redditizia?

Noi siamo pronti ad offrirti un pacchetto di servizi più aggiornato al mondo moderno che supererà il tuo modesto livello attuale di artigianato individuale, trasformandoti in una moderna azienda fornitrice di servizi apprezzati dalla clientela e capaci di farti risparmiare preziose energie! 

Come?

L’ attività professionale che svolgi è condizionata da un vetusto modo di vedere la professione di psicoterapeuta come un lavoro a cottimo, pagato ad orario e non secondo qualità e quantità dei servizi offerti: un modello ottocentesco incomprensibilmente trasmessosi immutato fino ad oggi, superato ormai dalle nuove regole commerciali del mondo moderno, disprezzato dagli stessi clienti che ricorrono alle tue prestazioni. Occorre andare OLTRE la raccolta dei proventi in stile formichina, sei un professionista moderno fornitore di altissime prestazioni, diamine! Devi considerare te stesso una vera azienda e modificare tutto il sistema di fornitura e di pagamento dei servizi, applicando le più recenti tendenze scientifiche in campo economico, sviluppate nei paesi avanzati, ispirate al principio “Fai lavorare gli altri e falli pagare pure! Chi non fa da sé ne fa lavorare tre”.

Alcune proposte di modifica della tradizionale maniera di svolgere l’attività psicoterapeutica:

-        L’ accesso alla prestazione deve essere proposto a tariffa bassissima, popolare, democratico, aperto a tutti! Solo 40 euro per il Servizio Base! Per tale cifra si può stazionare fuori della porta e appena vi sarà posto libero essere imbarcati, errore, introdotti nello studio

-        E’ prevista  la possibilità Priority Access di prenotare online un giorno specifico per l’appuntamento con un supplemento di 20 euro; con la formula Superpriority VIP anche un orario specifico secondo disponibilità per ulteriori 20 euro.

-        E’ disponibile l’ opzione Seat Choice, con la quale, per 10 euro (20 se imbottita), si ha diritto ad una sedia di fronte alla poltrona dello psicoterapeuta per tutto il tempo della Sitting Session (termine più aggiornato del volgare e vecchio “seduta”, che implicava la fornitura automatica di tale servizio)

-        Il cliente può parlare per tutti i 40 minuti (5 sono lasciati al professionista per il Toilet Time) della sua Sitting Session; per ricevere non solo il benevolo ascolto ma anche l’ impegno verbale personalizzato del terapeuta è previsto un supplemento di 40 euro.

-        In caso il cliente desiderasse usufruire dei servizi igienici dello studio, sarà sufficiente che introduca nella macchinetta sotto la maniglia dei medesimi monete per 5 euro; con 1 euro sarà possibile avere un foglietto di carta igienica, con 3 di carta assorbente per le mani e il viso. Tutto meccanizzato, alla segretaria basterà passare la sera a svuotare il deposito monete!

-        Tutte le opzioni precedenti sono raccolte nella speciale offerta Business Class, a soli  150 euro, inclusive di un Bicchier d’Acqua (servito in contenitore di plastica ecologica riciclata secondo la filosofia aziendale Ecology Kind) e Kleenex a volontà per sfoghi di pianto o raffreddori; è prevista anche, con la maggiorazione di euro 100, la pratica Tariffa Flex, che consente di spostare ad altra data il servizio pagato anticipatamente con Paypal o carta di credito (con maggiorazione del 30%) o direttamente in contanti alla segreteria: le spese  di modifica verranno conteggiate in euro 20.

-        I clienti che daranno il consenso per la messa in onda televisiva o sui social delle loro Sessions avranno diritto ad uno sconto di 20 euro in considerazione della apprezzata disponibilità a condividere con altri la propria esperienza terapeutica. Eventuali diritti o

compensi relativi a questa possibilità sono di spettanza esclusiva della Ditta fornitrice di servizi psicoterapeutici, che detiene il copyright per 100 anni.

Occasione straordinaria: il Royal Service, che consente con soli 350 euro di sedere nella poltrona di pelle girevole dello psicoterapeuta dietro il tavolo e di condurre la seduta a se stessi al posto suo. Questa esperienza empatica ed identificatoria, garanzia di progressi significativi ed esaudimento del desiderio di tanti pazienti frustrati in una spiacevole posizione di dipendenza, rappresenta il TOP della nostra offerta di servizi! Attenzione: per questo servizio, assai ricercato, è necessario iscriversi in una speciale Lista di Attesa.

Psicoterapia per il progresso.

In uno spirito civico e comunitario ispirato a principi di socialità e condivisione, per il giorno del compleanno, la festa della Mamma, del Papà, Natale, Pasqua, la Befana e il giorno del Gay Pride sarà praticato lo sconto speciale del 20% a tutti i festeggiati. Per i bambini che partecipassero alle sedute, sarà sempre disponibile gratuitamente un campione di caramelle offerto dalla  ancora da premiare ditta Certakarie.

PENSI DI NON POTERTI PERMETTERE LA PSICOTERAPIA CHE TUTTI DESIDERANO?

Ti sbagli! 😀😀😀 La nostra finanziaria FINPSYCO è pronta ad aiutarti e a fornirti subito i fondi che ti mancano!!! 👍👍👍 Per un modesto interesse garantito dal tuo stipendio o dalle tue proprietà (automobile, casa…) o dalla firma di un tuo caro, avrai subito quanto serve per iniziare e potrai raccontare a tutti la tua fantastica esperienza di terapia 🍾

🍾🍾 , sperimentando così l’ incredibile effetto benefico del tuo investimento TOP per la salute e il benessere.

Con la massima comprensione per le difficoltà dei clienti, saranno accettati in pagamento anche oro, argento, monete, gioielli, quadri e oggetti di valore.

Liberati del passato per aprirti il futuro!!! Se sei un cliente in via di separazione e divorzio, si fanno valutazioni speciali per le fedi nuziali che non ti servono più: trasforma una catena in una risorsa investendo nella tua Terapia di Qualità!!!

Le nostre offerte speciali…IMPERDIBILI!!!

Approfitta del nostro Black Friday! Tutti i servizi psicoterapeutici saranno gratuiti e del massimo livello per coloro che si presenteranno da noi di venerdì 29 febbraio!!!Attenzione: si attendono grandi code.

Hai due diagnosi del DSM? Uguale durata e uguale costo della terapia, come se avessi un solo problema! Risparmia!!!Quante più diagnosi hai più conveniente la terapia!!!

Hai perso la fede nella psicoterapia? Per te uno stage motivazionale gratuito, una esperienza esaltante, una scelta di vita altruistica che ti farà ritrovare entusiasmo e fiducia: potrai impegnarti in lavori socialmente utili nella nostra sede e nelle case dei terapeuti!!! Riscoprirai la gioia di dare un senso alla tua vita aiutando gli altri: parteciperai all’ attività degli psicoterapeuti sostenendoli nelle piccole cose quotidiane che potrebbero ridurre il loro impegno per i clienti, li aiuterai ad esempio ridipingendo le pareti del loro studio o guardando i loro bambini o cucinando per loro! E per tutto questo non dovrai spendere nulla, partecipare a questa esperienza terapeutica per te sarà GRATIS! Orario giornaliero (almeno tre volte alla settimana): 8-13 o 14-19, con turni notturni e festivi non più che quindicinali.

La nostra Tessera Fedeltà! Ad ogni seduta il terapeuta metterà un timbro sulla tessera plastificata multicolore, profumata alla vaniglia per le femmine o al caprimulgo per i maschi, che potrai procurarti per soli 20 euro. Ogni tessera può accogliere 30 timbri, e ogni 30 tessere completate, per premiare la tua ammirevole fedeltà, avrai diritto ad una seduta gratuita (sono esclusi gli optional sopra descritti!).

martedì 1 febbraio 2022

Lunga vita ai terapeuti frustrati e.. encantati!

 

a cura di Diletta Pampaloni Psicologa e allieva Csapr

Quando ero piccola, io e mio fratello minore non facevamo che guardare i classici Disney a rotazione.
Non importava se la cassetta di turno era usurata e scattava un po': tanto sapevamo le battute più belle a memoria! Ogni volta c'era qualcosa di speciale e allo stesso tempo banalmente rassicurante.  

Disney può piacere o meno per le sue politiche aziendali ma a livello di "storie comuni" rappresenta, a mio parere, un tesoro a dir poco inestimabile.

Le storie Disney possono rappresentare un punto di accesso fondamentale, soprattutto se lette in chiave relazionale, anche durante il lavoro terapeutico.
Personalmente, unendo l'utile al dilettevole, ne approfitto per non perdermi mai una nuova uscita.

Disney ha da poco rilasciato il lungometraggio "Encanto", ambientato in una colorata e vivace Colombia, che narra le vicende della numerosa e magica famiglia Madrigal!


Mirabel Madrigal è una ragazza simpatica e dolce, con un variopinto vestito blu (colore che rappresenta l'appartenenza al suo "ramo" familiare) e buffi occhiali tondi e verdi.

La ragazza è la protagonista del lungometraggio e apre la "seduta" con la più classica delle narrazioni: "andava tutto bene, fino a quando..."

Mirabel ci racconta, attraverso un genogramma cantato e in movimento, della sua famiglia: la capostipite è Nonna Abuela che vive con i suoi tre figli (e relative famiglie) in una casita magica.
Durante il genogramma, Mirabel ci descriverà anche i poteri magici dei membri della famiglia e ce ne sono di tutti i tipi: c'è chi è capace di guarire col cibo, chi ha la super forza, chi è capace di influenzare il meteo o sentir cadere uno spillo a metri di distanza!
Il potere di Mirabel? Nessuno.

Mirabel si configura come la "pecora nera" della famiglia, seconda solo al terzo figlio di Nonna Abuela: Tìo Bruno che, in possesso del dono della preveggenza, ha da anni abbandonato la famiglia.
Non si nomina Bruno.

La famiglia Madrigal è una famiglia fortemente matricale dove il "Miracolo" (o potere familiare, per dirlo alla Haley), simboleggiato da una candela magica, è allo stesso tempo un mito gelosamente custodito da Nonna Abuela.

La matriarca non ha poteri magici ma ha il ruolo di tenere tutta la famiglia unita e al suo "posto". 

In un perfetto stile Disney, caratterizzato da canzoni e battute, alcuni membri della famiglia confesseranno a Mirabel di sentirsi schiacciati dalle aspettative e mandati familiari: chi deve essere sempre perfetto a ogni costo, chi deve essere capace di sostenere tutto... suggerirei di dedicare particolare attenzione alla canzone di Luisa.

Mirabel nel corso della storia, proprio grazie alla sua assenza di poteri, riuscirà a rendersi strumento di cambiamento, innescando una strutturale crisi che permetterà, con difficoltà, a tutta la famiglia di abbandonare la rigidità così a lungo preservata.

In questa storia familiare, il complice di Mirabel sarà proprio Tìo Bruno che, in realtà, non è mai scappato ma abita da anni nelle intercapedini della casita. 

Bruno è il paziente designato che, in gran segreto, sacrifica la sua socialità e sanità mentale (leggero accenno al Disturbo ossessivo compulsivo, con un adorabile "tocco legno") passando la sua vita a riparare delle crepe che, nel corso degli anni, si sono create nei muri interni della casa.

Bruno cerca disperatamente di scongiurare la sua stessa nebulosa visione che prevede la distruzione della casita magica per "colpa" di Mirabel.

Mirabel riuscirà, in una perfetta ottica cibernetica di secondo ordine, in un sogno proibito per molti psicoterapeuti: salvare la sua famiglia.

In questa pellicola che parla al trigenerazionale, Disney trasmette quanto sia importante accettare i cambiamenti, anche quelli che ci spaventano.

La famiglia Madrigal avrebbe sicuramente bisogno di qualche seduta di terapia familiare per un lapalissiano problema di invischiamento, ma per ora va bene così... Encanto ha degli oggettivi problemi con la trama ma è un piccolo gioiellino a livello di narrazione sistemica. 

La storia della famiglia Madridal può, a mio onesto e umile parere, essere apprezzata a pieno solo da due tipi di persone: i bambini e gli psicoterapeuti sistemici che forse, per certi aspetti, sono la stessa cosa!

 

mercoledì 12 gennaio 2022

L’educazione. Storia di un’infanzia infelice

 

a cura di Simona Gagliardi Psicologa, Psicoterapeuta e socia  Csapr

 

L’educazione, uno dei libri più belli che ho letto negli ultimi tempi, è il primo romanzo, autobiografico, dell’autrice Tara Westover.
La scrittura è semplice, concreta , diretta e non banale. Il racconto della storia di Tara e della sua famiglia cattura subito per il contenuto forte ed emotivamente coinvolgente. Per alcune settimane dopo averlo letto ho lasciato il libro sulla scrivania: non riuscivo a metterlo via ed al tempo stesso avevo bisogno di prenderne una distanza, come a decantare tutto il dolore raccontato. Tara nasce e cresce all’interno di una famiglia mormona dell’Idaho, isolata dal resto del mondo, con un padre violento ed affetto da disturbi psichiatrici, una madre dotata ma vittima della sottomissione femminile, alcuni fratelli, tra cui Shawn, che fa di Tara l’oggetto della propria violenza perversa. E’ un libro che diventa quasi un manuale sul trauma, sugli effetti della violenza e dei sistemi chiusi tipo setta; dopo la prima grave aggressione da parte del fratello racconta “Allora potevo dirmi, senza mentire, che non aveva nessun effetto su di me, che lui non aveva nessun effetto su di me, perché niente l’aveva. […] Nonostante tutto il mio arrovellarmi sulle conseguenze di quella sera , non avevo capito la verità essenziale: che il fatto che non avesse avuto nessun effetto su di me era il suo effetto”. Il corpo è brutalmente offeso, ferito, umiliato ed ancor più profonde sono le ferite psichiche subite, che rendono il percorso di svincolo ed individuazione di Tara doloroso e complesso. Ad ogni possibilità di crescita, di un cambiamento positivo, di una soddisfazione si attiva il sabotatore interiorizzato che rende evidente il conflitto di lealtà di Tara con la sua famiglia. E’ impossibile non pensare allora al dono d’amore descritto da Lorna Smith Benjamin. Tara riesce, attraversando diverse crisi, grazie all’educazione del titolo, a portare avanti la ricerca di se stessa, della sua autonomia e della sua realizzazione di donna, personale e professionale, e lo racconta con una capacità di introspezione importante. E’ quindi un romanzo che ci dice che è possibile cambiare, che è possibile separarsi, attraversando il dolore, per andare incontro a noi stessi, grazie alle risorse dei rapporti e una vitalità e una resilienza personali. 

Una lettura, sicuramente, per ogni terapeuta ed anche per molti pazienti.